Sinistra unita: intervista a Paolo Pezzati

Sinistra unita: intervista a Paolo Pezzati

Continua il nostro viaggio per la rubrica ‘Che cos’è la Sinistra?’ Questa volta, a rispondere alle domande di Luca Stanghini, è Paolo Pezzati: candidato nelle amministrative 2011 ad Arezzo come Consigliere comunale per la lista di Sinistra Ecologia e Libertà.

“Quella del 2011 è stata la mia prima esperienza a livello partitico – afferma Pezzati – a cui ne sono seguite altre: Responsabile della comunicazione e, dal dicembre 2013, Coordinatore provinciale di SEL: una carica che ho ricoperto fino a giugno 2015”.

A giugno che cosa è accaduto?

“Mi sono dimesso il giorno dopo le elezioni amministrative 2015, il motivo non è stato per il risultato della coalizione Insieme Possiamo, che ho sostenuto e contribuito a creare per le Comunali, ma per un motivo politico: volevo riunire la Sinistra in un unico soggetto in grado di contrastare la coalizione di centrosinistra. L’obiettivo non è stato raggiunto e mi sono preso le mie responsabilità”.

Quali forze politiche volevi coinvolgere?

“C’era uno spazio politico a Sinistra, che dopo le elezioni amministrative abbiamo calcolato intorno al 12%, ma non è stato voluto. Aggregare Rifondazione comunista, SEL, Associazioni di Sinistra, Comitati civici e la stessa forza politica (Arezzo In Comune n.d.r.) che poi ha deciso di stare con il PD, poteva significare un capitale su cui lavorare per una futura forza di Sinistra. E invece siamo arrivati in ordine sparso”.

Come giudichi il percorso politico di SEL?

“Non ho rinnovato la tessera, quindi mi sono dimesso anche da membro dell’Assemblea federale di SEL. La linea politica di Sinistra Ecologia e Libertà è ambigua, doveva essere ridiscussa dopo l’elezione di Napolitano Bis, dove era chiaro che lo schema di Centrosinistra era superato. Il PD non più soggetto che mirava alla riunione della Sinistra, ma alla creazione delle grandi coalizione modello europeo: Partiti socialisti uniti ai quelli dei popolari europei. Non si è ma fatta una discussione per ridefinire la linea politica di SEL e non è mai stato possibile giocare un ruolo nella riunione di tutte le forze di Sinistra: un unico soggetto politico in grado di contrastare la politica dell’austerity e creare così lo spunto per una forza europea che avesse l’obiettivo degli Stati Uniti d’Europa”.

Per Paolo Pezzati Che cos’è la Sinistra?

“La tendenza, la voglia e la speranza in un mondo dove chiunque nasca abbia pari possibilità, giustizia sociale, giustizia fiscale, rispetto per l’ambiente e solidarietà. Oltre alla definizione, ci sono però gli strumenti e le azioni politiche da mettere in campo, che devono essere coerenti con questi valori oggi, nel 2015. La mia definizione di Sinistra politica non differisce da quella di altre persone che militano in altri partiti, la differenza è negli strumenti, nelle azioni e nelle strategie da mettere in campo”.

Di seguito potete vedere l’inedita video intervista a Paolo Pezzati, candidato alle elezioni regionali 2015 come Consigliere regionale per la lista Sì Toscana a Sinistra.

 

 

ARTICOLI SIMILI

NESSUN COMMENTO

Lascia una risposta