Matteo Salvini: i giorni difficili

Matteo Salvini: i giorni difficili

fonte: giornalettismo.com

Gli ultimi giorni hanno pesato come macigni nell’immagine pubblica di Matteo Salvini, con effetti evidenti nella sua azione politica. E anche se i sondaggi diranno altro, il Matteo Salvini degli ultimi giorni è apparso dimesso, come un pugile suonato di fronte agli ultimi eventi sul tema immigrazione.

I giorni difficili per Matteo Salvini sono iniziati con le foto di Aylan, il bambino siriano trovato privo di vita nelle spiagge di Bodrum in Turchia. La tragedia umana ha suscitato indignazione e commozione, inserendosi nell’annuncio della Cancelliera tedesca Angela Merkel di aprire le frontiere ai profughi siriani, fermi da giorni alla stazione ferroviaria di Budapest.

fonte: huffingtonpost.it
fonte: huffingtonpost.it

A completare questa prima difficile fase, ha provveduto Il Manifesto con una copertina cinica, spregiudicata e dal forte sapore politico: un messaggio nei confronti di Matteo Salvini e di chi la pensa come lui.

È anche per questo che lunedì sera, durante la trasmissione televisiva Quinta Colonna (Rete4), il conduttore Paolo Del Debbio ha dovuto mettere in campo tutto il suo repertorio per iniziare a ribaltare la comunicazione degli ultimi giorni, che vedeva un Matteo Salvini, presente in studio, alle corde, con poco margine per controbattere.

Anche perché ai primi giorni difficili per Matteo Salvini ne sono seguiti altri, ancor più difficili, quelli segnati dall’annuncio di Papa Francesco:

“0gni parrocchia ospiti una famiglia di profughi”.

Con il suo stile asciutto e senza fronzoli, Papa Francesco ha posto una pietra decisiva sopra la vicenda degli ultimi mesi, caratterizzati dalle polemiche di Salvini nei confronti dei vescovi, accusati di fare ‘solo’ proclami in favore degli migranti.

L’impronta politica di Papa Francesco ha provocato effetti anche nel Segretario del Carroccio, che durante la trasmissione Quinta Colonna ha detto:

Quando è così – riferendosi alle parole del Papa – non ho niente da ridire”.

Al conduttore Paolo Del Debbio non gli è rimasto che costruire una trasmissione per rialzare l’asticella di Salvini, con servizi dedicati sia alla complessa situazione di Cara di Minea –  Centro Accoglienza Richiedenti Asilo – sia alla vicenda drammatica di Catania, dove l’ivoriano Mamadou Kamara è accusato del brutale assassinio dei coniugi Solana. Non è mancato il servizio di come ‘vive’ un italiano con 1 euro al giorno: lo slogan non era ‘Prima gli italiani’ (CasaPound), ma piuttosto: ‘E gli italiani?’.

avisonmagazine.com
avisonmagazine.com

A Matteo Salvini gli è mancato momentaneamente il terreno da sotto i piedi, ma Paolo Del Debbio – giornalista Mediaset con esperienza (era stato indicato come possibile candidato leghista per le future elezioni politiche) – ha saputo rinfocolare la polemica, chiamando in causa la deputata di Forza Italia Laura Ravetto, capace di riproporre e denunciare il tema dei 35 Euro al giorno agli immigrati.

A quel punto lo studio ha iniziato ad applaudire: sembrava proprio non ricordare nemmeno uno degli ultimi giorni difficili.

Se non fosse stato per l’assenza di Matteo Salvini, presente in trasmissione, tutto sarebbe filato liscio come l’olio.

 

ARTICOLI SIMILI

0 2871

NESSUN COMMENTO

Lascia una risposta