Forza Italia e Destra: intervista a Roberto Bardelli

Forza Italia e Destra: intervista a Roberto Bardelli

forzaitalia.pdl.forumfree.it

Per la rubrica ‘Che cos’è la Destra?’ Lo StampAteo ha intervistato Roberto Bardelli, Vice Coordinatore provinciale di Forza Italia e Consigliere comunale di maggioranza ad Arezzo, dove ha raggiunto un ottimo risultato in termini di preferenze cittadine anche per l’appoggio elettorale di CasaPound.

Il percorso politico di Roberto Bardelli inizia con il Movimento Sociale Italiano, per poi proseguire con Alleanza nazionale fino alla nascita del Popolo delle Libertà, “quando per la prima volta  in vita mia ho preso la tessera di partito”.

“In casa mia nessuno ha mai fatto politica attiva – afferma Bardelli – mentre io sono sempre stato partecipe alla vita politica e amministrativa della mia città: sono stato eletto per tre legislature in Circoscrizione, poi l’esperienza in Consiglio comunale ad Arezzo: prima all’opposizione della seconda Giunta Fanfani, ora in maggioranza con la Giunta di Alessandro Ghinelli”.

Come definiresti la situazione politica di Forza Italia?

“Fluida… Ci rendiamo conto che esiste una grande fetta di elettorato che non partecipa al voto e che rappresenta il primo partito in Italia. Sono tutti voti del Centrodestra o che provengono da Destra. Non abbiamo dato risposte al nostro elettorato dopo la caduta di Silvio Berlusconi nel 2011 e molti elettori non vanno a votare proprio perché non si rispecchiano più nella nostra proposta politica”.

Che cosa non ha funzionato nel Popolo delle Libertà?

“In Italia il Centrodestra è maggioritario quando si presenta unito. Il Popolo delle Libertà ha provato a fondere partiti diversi, ma non è stata una buona idea: era fondamentale lavorare sulle diverse anime che questo schieramento possiede, solo così potevamo dare risposte al nostro elettorato. Avrei continuato volentieri con un partito unico di Centrodestra, tuttavia mi rendo conto che la composizione eterogenea dell’Italia è una questione decisiva. Ci sono tanti campanili, tanti orti, che se opportunamente coinvolti possono essere una ricchezza. Serve quindi una coalizione politica che possa dare risposte diversificate all’interno di un progetto complessivo e inclusivo”.

Che cos’è la Destra per Roberto Bardelli?

“Voler bene alla Patria, alle proprie tradizioni. Guardare al futuro senza guardarsi alle spalle. Una volontà precisa di amare il posto e le persone che vivi. Oggi, troppo spesso, ci dimentichiamo che l’Italia è un Paese da difendere, e non da denigrare”.

Di seguito potete trovare la video intervista a Roberto Bardelli con domande inedite su Banca Etruria.

 

ARTICOLI SIMILI

NESSUN COMMENTO

Lascia una risposta