Destra e territorio: intervista a Francesco Macrì

Destra e territorio: intervista a Francesco Macrì

Fonte: autopareri.com

La prima tappa della nuova rubrica ‘Che cos’è la Destra?’ inizia con l’intervista a Francesco Macrì, Consigliere comunale di maggioranza ad Arezzo.

“Da sempre sono appassionato di politica – afferma Macrì. Fin da quando avevo i pantaloni corti milito nella Destra politica aretina: dal Fronte della Gioventù fino ad Alleanza nazionale. Ho vissuto tutta la crescita della Destra politica italiana fino ai recenti disastri che hanno visto una scomposizione, e quindi un deterioramento, della proposta politica”.

Quali sono state le tue esperienze amministrative per la città di Arezzo?

“L’amministrazione cittadina è stata sempre l’oggetto principale del mio interesse. Dal 1995 siedo nei banchi del Consiglio comunale ad Arezzo. Solo una pausa nell’ultima Consiliatura quando non sono stato eletto con la mia Lista civica Arezzo Domani. Non raggiunsi il quorum nonostante un discreto risultato. Dopo quattro anni di distacco, ci siamo riproposti con un Centrodestra rinnovato, capace di ritrovare le ragioni di unità, allargato a una lista civica che è stata una buona operazione di marketing politico per coinvolgere persone ed elettori che si erano distanziati dal Cntrodestra tradizionale”.

Hai un partito di riferimento?

“Ho dato vita ad Alleanza per Arezzo, che è un contenitore dove sono presenti la mia Associazione – Arezzo Domani –, la Destra di Storace e i Fratelli d’Italia. Alleanza per Arezzo si è rivelata con il brand preponderante dei Fratelli d’Italia, però ho di fatto riunificato tutte le anime che partecipavano ad Alleanza nazionale. Proprio nel nome di quella bandiera abbiamo fatto una proposta politica, riunificando la Destra ad Arezzo”.

Come hai vissuto l’esperienza del Popolo delle Libertà?

“Inizialmente Alleanza nazionale non voleva aderire a un soggetto politico nato su iniziativa di Silvio Berlusconi senza il coinvolgimento di tutte le forze politiche del Centrodestra. L’esperienza del PDL è stata negativa, e i tempi della sua durata politica lo hanno dimostrato. È stato davvero complicato ripartire, proprio perché avevamo perso una parte della nostra identità. Io sono uscito dal Popolo delle Libertà prima ancora dello strappo di Gianfranco Fini: doveva essere un segnale per ripartire, ma è dovuto passare molto tempo prima di ritrovare un percorso che potesse rappresentarci”.

Che cos’è la Destra per Francesco Macrì?

“La Destra è una proposta politica che fa riferimento a valori secolari, dal Risorgimento ai giorni nostri. La Destra è concretezza, è cambiare davvero le cose, è attivarsi per usare tutte le leve. Anche in un’Amministrazione comunale devi cercare di adoperarti per cercare di migliorare le condizioni economiche e sociali di una città. La Destra non è sedersi in una poltrona, ma è cercare di rompere gli schemi per lottare contro ogni tipo di conservatorismo”.

Di seguito potete vedere la video intervista a Francesco Macrì, con domande inedite sull’azione amministrative della Giunta di Centrodestra guidata da Alessandro Ghinelli.

ARTICOLI SIMILI

0 2860

NESSUN COMMENTO

Lascia una risposta