Biografia politica di Gianīs Varoufakīs

Biografia politica di Gianīs Varoufakīs

by -
0 1287
left.it

Nato ad Atene il 24 marzo 1961, Gianīs Varoufakīs vive gran parte della sua vita all’estero. I genitori, che volevano proteggerlo dalle forze paramilitari, lo mandano ancora adolescente in Gran Bretagna dove consegue la laurea in Statistica Matematica e il dottorato, nel 1987, in Economia all’Università dell’Essex.

Tra il 1982 e il 1987 insegna Economia ed Econometria all’Università University of Essex, poi alla University of East Anglia e, infine, a Cambridge.

Nel 1988 si trasferisce a Sidney dove, fino al 2000, ricopre il ruolo di Senior Lecturer in Economia presso l’Università di Sydney, alternandosi con brevi permanenze alla University of Glasgow, in Scozia e presso la Université Catholique du Louvain, in Belgio.

Se tra i motivi dell’allontanamento dalla Gran Bretagna era che Varoufakīs non sopportasse la Thatcher, la causa del ritorno in Grecia, fu la svolta conservatrice dell’Australia:

“La combinazione tra la nostalgia e la noia per la svolta conservatrice dell’Australia (con il governo di quell’infame ometto, John Howard), mi portarono a tornare in Grecia”.

Tornato quindi in Grecia nel 2000, Varoufakīs conserva la doppia nazionalità greca e australiana, insegna Teoria Economica all’Università di Atene, e nel 2002 crea il The University of Athens Doctoral Program in Economics (UADPhilEcon), un programma di Dottorato in Economia che dirige fino al 2008, e che chiude, a causa del collasso economico greco, due anni dopo.

Nel 2012, dopo aver ricevuto minacce di morte dirette alla sua famiglia per aver reso pubblici degli scandali finanziari, è assunto come economista da Valve, una società di videogiochi on linee, e, successivamente, dal 2013 al 2015, insegna alla Lyndon B. Johnson School of Public Affairs dell’Università del Texas, a Austin, sua ultima cattedra da visiting professor.

Candidatosi con SYRIZA alle elezioni greche del 2015 (non si tratta, per la precisione, della sua prima esperienza politica: dal 2004 al 2006 lavora con il leader del Pasok, Yorgos Papandreou, prima che questi fosse eletto primo ministro e criticato dallo stesso Varoufakīs per aver accettato il piano di salvataggio per la Grecia). Varoufakīs diventa Ministro delle Finanze nel governo Tsipras il 27 gennaio 2015, ruolo che tiene in carica fino alle dimissioni, il 6 luglio dello stesso anno.

Martedì 9 febbraio 2016 lancia a Berlino DiEM25, un movimento (“mi raccomando non scriva che è un partito”), che sta per “Democracy in Europe Movement”. I temi fondamentali sono: esigere la trasparenza delle istituzioni europee; fissare un approccio comune sul fenomeno della migrazione; sostenere una “trasformazione verde” con fondi di investimento; creare un’indipendenza tecnologica dai grandi gruppi (Apple, Google, Microsoft); mettere a punto una Costituzione europea.

NESSUN COMMENTO

Lascia una risposta